benvenuto su noting.it, il portale dedicato alle tue opinioni e alle tue idee, in questo sito potrai

  • dare voce ai tuoi pensieri

  • commentare eventi o fatti di cronaca

  •   raccontare le tue avventure di vita e di viaggi

  • segnalare i negozi e i locali pubblici più trendy e originali

  • dire la tua su ciò che ti sta piu' a cuore

  • criticare un disservizio o lodare cio' che funziona ... e molto altro ancora

  • esprimere la tua opinione su svariati argomenti

  • dare consigli utili alla community

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
templates/noting/noting/images/passioni.png
noting bottone scrivi

Passioni italiane

Motori, cucina, moda, sport, artigianato. Tante sono le passioni italiane che ci rendono unici ed apprezzati in tutto il mondo. Dai allora il tuo contributo, scrivi ciò che ti piace e perché. Parlarne significa valorizzare il nostro patrimonio e la nostra creatività!

ARRIVANO I SALDI 2017

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

I ribassi di fine stagione sono iniziati oggi in Basilicata e Sicilia, il 3 gennaio partiranno in Valle d’Aosta e il 5 gennaio in tutte le altre regioni italiane. Secondo un’indagine di Confesercenti un italiano su due è molto interessato ad acquistare durante i saldi, proprio per questo motivo molti consumatori hanno scelto di risparmiare nelle ultime settimane in modo tale da arrivare al tempo dei saldi con le tasche mediamente piene. Ma per aggiudicarsi capi di pregio non occorre solo avere disponibilità economiche, occorre anche conoscere i trend del mercato, in primis per evitare di farsi rifilare capi di magazzino fuori moda. In secondo luogo se si è a caccia di sconti folli bisogna essere disposti a ricerche estenuanti e code snervanti fin dal primo giorno, quello in cui si ha più possibilità di scelta.   Quest’anno i saldi sono un evento particolarmente atteso anche per i negozianti: potrebbero rappresentare una boccata d’ossigeno per un settore che – secondo le proiezioni dell’Osservatorio Confesercenti – non è ancora uscito dalla crisi: nel solo 2016 hanno cessato l’attività oltre 6mila negozi indipendenti d’abbigliamento, tessili, calzature e accessori, sia nel centro nord (-3.721 imprese) che al Sud e nelle Isole (-2.411).

ITALIA FUORI DAI MONDIALI 2018

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Tensione e rabbia ieri sera a San Siro per il match che avrebbe dovuto decretare la qualificazione dell’Italia ai mondiali di Russia 2018. E invece lo 0-0 con la Svezia, squadra non particolarmente pericolosa,  ha portato alla temuta eliminazione, non avveniva da 60 anni. Una delusione per tanti tifosi sugli spalti e a casa che ci credevano e speravano. Ventura, l’allenatore che più di tutti è considerato responsabile di quanto accaduto non ha fatto abbastanza, forse avrebbe dovuto schierare in campo una squadra diversa, tenere conto dei capocannonieri della serie B, ad esempio, o fare giocare Insigne o chiamare in squadra il goleador Balotelli, insomma in campo mancava una testa in grado di far funzionare tutte le altre, un leader carismatico capace di risollevare gli animi e condurli alla vittoria. Una squadra, la nazionale, che si è dimostrata non degna del suo glorioso passato, piatta, priva di fantasia e capacità di fare gol, e dire che le opportunità ci sono state, e sono state tante, ma mancava la passione e la determinazione. Le scuse e il pianto amaro di Buffon, che con questa partita chiude le sue presenze in nazionale, aggiunge dolore a una serata tutta da dimenticare. Dite la vostra su Noting.it.      

SEI A CORTO DI TEMPO? PRENDITI TEMPO

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Il titolo potrebbe sembrare un gioco di parole o addirittura un controsenso ma, in realtà, se ci pensate attentamente, contiene un consiglio meno banale di quel che si potrebbe pensare di primo acchito. Ma entriamo nel dettaglio: il fatto di essere troppo indaffarati è spesso una routine mentale, un'obbligo sociale che ci fa sentire importanti, ma che ci impedisce di godere appieno della nostra vita, spingendoci verso il baratro dell'ansia e del nervosismo. Il trucco per uscire da questo circolo vizioso esiste e ce lo suggerisce Brigid Schulte, giornalista del Washington Post, nel suo libro #Overwhelmed (=sopraffatto/oberato), che sta facendo molto discutere. La Schulte, annotando ogni giorno gli impegni svolti e delineando una linea di confine tra doveri e piaceri, ha scoperto che è possibile recuperare circa ben 30 ore settimanali, spesso sprecati in attività inutili, come fare la spesa, che andrebbe fatta non ogni giorno ma due volte, o al massimo tre, alla settimana. Insomma, per vivere meglio dovremmo "rallentare" eliminando i doveri autoimposti, spesso ruba-energie-e-stremanti, riservando quel tempo a noi stessi. Un libro da leggere e poi mettere in pratica alla svelta se si vuole recuperare da subito del tempo prezioso.

CANDY CRUSH SAGA. IL GIOCO CHE CREA DIPENDENZA

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti


Ci avete mai giocato? è il popolare videogioco della King scaricanìbile gratuitamente dal web per smartphone e pc, che ogni due settimane propone nuove sfide e livelli per i fanatici delle scoppiettanti gelatine. Il gioco è progettato per condizionare il giocatore fin dal prima partita, se perde, appare la logorante scritta "hai fallito" che lo spinge inevitabilmente a cimentarsi ancora ed ancora alla ricerca della ambita vittoria che, una volta raggiunta, è accompagnata da musichette, paroline e scritte appaganti che lo rassicurano sul suo intrinseco valore. Il problema è che la vittoria è dovuta per lo più non ad abilità personali ma ad una mera combinazione casuale delle diaboliche caramelle, oppure all'acquisto di "booster" che ti spianeranno la strada verso la vittoria e allo stesso tempo faranno arricchire gli ideatori del perfido gioco. A quanto pare però i candycrushaddict sono tanti, troppi e in continuo aumento.Think Gaming, che si occupa di analizzare i videogiochi, stima che gli autori di Candy Crush Saga guadagnino circa 875,382 dollari al giorno. Un sondaggio condotto da Ask Your Target Market su un campione di 1.000 giocatori ha scoperto che il 32% di loro ha ignorato amici e famiglia per dedicarsi al popolare videogioco, il 28% ha giocato durante l’orario lavorativo e il 30% ha ammesso di esserne completamente dipendente. La notizia è stata riportata dalla rivista Time. Raccontateci la vostra esperienza.

NEGOZIO DI MONILI A MILANO

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Se cerchi un antico laboratorio dove perderti tra luccichii e monili esposti in ogni dove, non puoi non fare una puntatina a Milano in Corso di Porta Ticinese, 69. Lì troverai un negozietto di due locali con due vetrine che davvero non può lasciarti indifferente, una volta dentro è fatta, rimarrai sedotta e conquistata da gioielli moderni, antichi e artigianali hand made in argento, oro e materiali meno pregiati. La scelta è vastissima, uno dei due locali, ad esempio, è dedicato ad articoli di valore provenienti dall'oriente e dal nord Africa. Si tratta di pezzi unici realizzati per lo più a mano, usando tecniche diverse e arricchiti dall'applicazione di smalti o pietre dure che donano colore e personalità all’articolo. Sono manufatti ricchi di storia, emozioni, passioni e culture diverse: alcuni sono il prodotto addirittura di tribù nomadi, che attraverso la lavorazione di questi oggetti comunicano i loro usi e costumi, dalle decorazioni alle fogge tipiche più o meno ricercate.  Ma quello che più sorprende nel campionario esposto in questo laboratorio è l’abilità umana nel trasformare i materiali di cui sono fatti questi prodotti in capolavori di inaudita meraviglia. Insomma, ce n'è per tutti i gusti davvero, solo che per essere sicuri di avere fatto un'ottima scelta, prima di acquistare, consiglio una carrellata più approfondita della merce proposta, perché può capitare che tanta beltà tutta insieme mandi in confusione, e si finisca per comprare il primo oggetto che colpisce, invece, guardando meglio in giro è facile cambiare idea e innamorarsi follemente di un articolo, magari nascosto, non facilmente visibile. Vi accoglieranno due splendide e dolcissime donne, madre e figlia, che gesticono con passione e professionalità questo conturbante negozietto, provvisto anche di angolo riparazioni per eventuali modifiche e che ti concederanno al bisogno, oltre a consigli ed attenzione anche un gradito sconto.

 

RIVOLUZIONE NELLA MODA: MODELLE OVER ANTA

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

 

Secondo voi le modelle ed i modelli devono essere necessariamente giovani? se ne siete convinti vi avvisiamo che questo stereotipo potrebbe avere i giorni contati. A Londra ha infatti aperto la Grey Models, un'agenzia di modelle/i "over anta" che sta riscuotendo enorme successo tra le case di moda e gli addetti ai lavori. La fondatrice è Rebecca Valentine, secondo la quale il mondo sta cambiando e con esso il concetto e la percezione stessa della bellezza. Le modelle "mature", che Valentine seleziona non solo in base all’aspetto, ma anche perché devono possedere una forte autostima, rendono l'alta moda più ricca di emozioni e sensazioni. Infatti, oltre al vestito puro e semplice, che, diciamocelo, la stragrande maggioranza delle  giovanissime mannequin indossano in modo anonimo e distaccato, una modella/o over è più probabile che lo interpreti, aggiungendo emozioni di vita vera vissuta, rendendo quel capo unico e desiderabile, anche per la nutrita schiera di consumatori attempati, che poi sono sempre più numerosi in considerazione dell’aumentata aspettativa di vita. Insomma, la scelta di modelli “vissuti” potrebbe rivelarsi una operazione strategico-commerciale di tutto rispetto anche se in Italia e in Francia, leader mondiali indiscussi nel settore moda, è ancora prematuro ipotizzare la scelta di modelle/i "vintage" durante le sfilate, opportunità di fatto snobbata dagli stilisti nostrani e d’oltralpe. Ma gli aspetti positivi dei modelli "over" non si fermano qui, le donne e gli uomini stagionati, sulla scia di una moda più a loro misura, potrebbero curare di più il loro aspetto regalandoci degli anziani/nonni sempre più belli e al passo coi tempi, senza per questo essere tacciati di scimmiottare i giovani. Siete d'accordo?

FORMA PERFETTA

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Ormai lo sappiamo tutti, non bisogna illudersi, è molto difficile ottenere la forma perfetta, soprattutto dopo gli anta, quando il metabolismo rallenta e si consolidano i cuscinetti e le rotondità dell'età giovanile. Se si vuole veramente raggiungere la forma ideale però non tutto è perduto, se possedete forza di volontà e costanza potrete ancora farcela, e sarà una enorme soddisfazione. Volete mettere un quarantenne in forma rispetto a un ventenne? sì, il paragone è azzardato, ma l'esemplare più stagionato, se allenato, farà la sua bella figura e inoltre sarà tutto merito suo. Al contrario il giovane potrà contare su una bellezza in gran parte naturale a quell'età. Insomma essere belli dopo una certa età è una sfida davvero stimolante ed emozionante. Infatti se uniamo il fascino dell'età e dell'esperienza alla bellezza fisica faremo l'en plain, dimostrando a noi stessi e agli altri di avere un carattere e una personalità uniche. Confrontiamoci allora un pò: Qual'è la vostra idea e quindi ricetta di bellezza? quali sono gli esercizi ginnici che secondo voi funzionano? quali diete e creme danno risultati soddisfacenti?

PROVA COSTUME

Scritto da Rebecca Pulvirenti.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 1 voti

prova costume
Contributo di Francesco Patelli 

L'estate sta arrivando, e il caldo, già afoso in alcune regioni d'Italia, suggerisce di indossare abiti più leggeri e scollati, che, però, potrebbero rivelare qualche antiestetico cuscinetto adiposo. Così, in queste ultime settimane, prima delle agognate vacanze al mare, molti ricorrono a diete rigidissime, si sottopongono a esercizi ginnici assidui ed estenuanti e si affidano a prolungate sessioni di fitness. L'importante è non farsi prendere dal panico, consigliano i nutrizionisti. Anzi, vivere la realtà con filosofia ed ironia è la ricetta giusta per accettarsi e non entrare in crisi. L'importante quando si è oversizescrive il nostro blogger Francesco

Patelli è:

"non ricorrere a capi coprenti in spiaggia indossati sotto il sole

cocente, come palandrane o foulard posizionati strategicamente,

ad esempio, attorno al giro vita o alle braccia, per nascondere irregolarità

con cui mal si convive. Così facendo si rischia, oltre di soffocare dal caldo,

di rendersi ridicoli e richiamare l'attenzione altrui proprio sui nostri lati

peggiori, meglio scegliere costumi "coprenti" portando con dignità e

fierezza le proprie rotondità."

Caro Utente, questo è un sito web riservato a chiunque voglia condividere ed esprimere il proprio punto di vista su qualsiasi argomento attraverso contenuti, pareri e riflessioni nel pieno rispetto e tolleranza dell'altrui razza, cultura, condizione, opinione, dignità e religione.

La redazione di noting.it non è responsabile di quanto espresso nei contributi e commenti inseriti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie noting.it comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti/inserimenti.

 

Copyright © 2015 ASSO.N.A.M. | c.f. 97542050154 - mailto: info.noting@gmail.com

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità. Leggi l'informativa.