Vuoi dire la tua o far conoscere al mondo come la pensi? da oggi puoi farlo connettendoti a noting.it

Fatti notare, non ti annoiare, scrivi su noting.it

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
noting bottone scrivi

attualita

Attualità

Ogni giorno avvengono fatti e misfatti che sollevano perplessità. Comunica le tue impressioni, esprimi la tua opinione, ti sentirai meglio. Garantito.

EMERGENZA SBARCHI - DITE LA VOSTRA

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Contributo di Lana Weber

La migrazione proveniente dall'Africa a cui stiamo assistendo da anni non cessa, sta anzi acquisendo proporzioni bibliche e il cui peso è divenuto insostenibile, soprattutto per i paesi maggiormente coinvolti dall'esodo, come l'Italia e la Grecia. Che sono ormai allo stremo delle forze e delle risorse e che rischiano di dover fronteggiare anche disordini interni dovuti all'insofferenza dei cittadini che si vedono assediati dagli accampamenti predisposti o improvvisati dagli immigrati. Il quadro è nero: l'Organizzazione mondiale per le migrazioni a Bruxelles ha comunicato i dati sugli arrivi: circa 100 mila arrivi dall'inizio dell'anno di cui ben 85mila solo in Italia, l'Austria ha espresso la volontà di schierare l'esercito ai confini per frenare l'ingresso di nuovi migranti, mentre la Francia e la Spagna accettano di accogliere solo i profughi in cerca di asilo politico, veto agli esuli "economici", che poi sono la maggioranza. Per non parlare di Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria contro i quali si sta avviando procedura d'infrazione per non aver ricollocato al loro interno la quota stabilita dei richiedenti asilo concordata nel 2015. Una situazione al limite per nulla alleggerita dalle parole di Junker pronunciate quest'oggi davanti ad una seduta semideserta della Commissione Europea dove ha ribadito l'atteggiamento eroico dell'Italia che va sostenuta e aiutata, come dire: vi aiutiamo basta che il problema rimanga essenzialmente vostro.

BALLOTTAGGI: TRACOLLO SINISTRA

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Contributo di Lana Weber

La vittoria schiacciante del centro destra negli ultimi ballottaggi conferma il fallimento di un centro sinistra ormai allo sbando e completamente fuori fase. E questo nonostante i patetici tentativi dei diretti interessati di minimizzare il fallimento o addidrittura di ribaltarlo a loro favore. Insomma Renzi si è  dimostrato un pessimo politico, che ha all'attivo una pessima gestione del potere ma, stranamente, nonostante tutto è stato nominato Segretario del PD, il che vuol dire che in questo partito non esistono al momento leader credibili capaci di raccogliere consensi e fiducia. Troppo impegnati a delegittimare gli avversari politici e a tutelare interessi e poteri forti, con arroganza e prepotenza. Intanto l'Italia continua a soffrire, è di oggi la notizia che una disoccupata disperata si è data fuoco davanti una sede dell'Inps, per non parlare dell'allarme lanciato dalla Corte dei Conti, secondo cui "il recupero della crescita del prodotto interno lordo, dopo una lunga crisi, appare ancora troppo modesto e, soprattutto in ritardo rispetto alla ripresa in atto negli altri principali Paesi europei". Corruzione e comportamenti illeciti sulla spesa pubblica restano problematiche attuali che non fanno decollare il paese assorbendone le risorse. 

PORTOGALLO IN FIAMME

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Dopo Londra è toccato a Pedrograo Grande, località del Portogallo che dista circa 140 chilometri da Lisbona subire un tremento incendio scaturito questa volta da un fulmine caduto nella foresta che circonda la zona. Il bilancio è stato di 64 morti tra cui diversi bambini, ma ci sono anche tanti feriti. Il caldo opprimente di questi giorni, che raggiunge i 40 gradi, e i venti forti rendono ardue le operazioni di spegnimento, nonostante il dispiegamento di 1200 pompieri, l'impiego di Canadair e mezzi aerei. E' di qualche ora fa la notizia di un nuovo fronte di fuoco divampato nelle foreste vicino a Gois, che si trova a 20 chilometri da Pedrograo, che il comandante delle operazioni ha definito estremamente "preoccupante".

ROGO #GRENFELL TOWER

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Sono 17 i morti accertati per l'incendio che si è scatenato in pochi minuti in tutto il grattacielo londinese lo scorso 14 giugno. Un rogo spaventoso che poteva essere evitato secondo le autorità, che annunciano indagini approfondite sull'accaduto. Resta il dolore per le vittime, alcune giovanissime, che forse potevano salvarsi e che hanno atteso invano i soccorsi, a quanto pare del tutto inappropriati e insufficienti. Dai filmati non si vedono elicotteri antincendio, reti per permettere alle persone di saltare dalle finestre e salvarsi, assente anche ogni altra adeguata straordinaria misura e iniziativa per arginare e limitare al massimo i danni di un evento così catastrofico e spaventoso. Insomma Londra non si è dimostrata certamente una città pronta alle emergenze, per quanto spesso si trovi ad affrontarle.  

RAPINA A MANILA - RIVENDICAZIONE ISIS

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Uomo armato e incappucciato è entrato ieri sera in un resort di Manila, affollatissimo, dove in un casinò interno ha rubato un sacco pieno di fiches e prima di dileguarsi ha dato fuoco ai tavoli. L'incendio che ne è scaturito ha causato la morte per soffocamento di circa 36 persone e il ferimento di diverse decine. L'uomo ha anche sparato, ma secondo i testimoni non per uccidere, ma per creare confusione per poter fuggire più facilmente. Il cadavere dell'uomo è stato comunque rinvenuto con accanto la sua pistola, si pensa ad un suicidio. Repentina la rivendicazione dell'Isis, ma sembra piuttosto un penoso tentativo propagandistico di jiadisti locali desiderosi di appropriarsi di un atto terroristico in realtà inesistente, allo scopo di acquisire peso in un paese a maggioranza cristiana, governata da Rodrigo Duterte, impegnato in una dura repressione contro l'estremismo islamico.

AUTOBOMBA A KABUL - MORTI E FERITI

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Nel mese del ramadan camion bomba zeppo di esposivo è esploso questa mattina a Kabul in Afghanistan nel quartiere delle ambasciate uccidendo 80 civili, tra cui molte donne e bambini, e ferendone 350. Grave atto di violenza e orrore rivendicato dall'Isis. Condanna unanime da tutto il mondo. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2017/05/31/autobomba-a-kabul-50-morti-e-150-feriti_f5c1dab3-8809-406d-a5bf-f499c44268af.html

14 MAGGIO PRIMARIE DELLA LEGA

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Dopo il Pd adesso tocca alla lega. Domenica prossima si svolgeranno le elezioni per la nomina del nuovo segretario di partito, che deterrà un ruolo fondamentale nei prossimi equilibri politici. Due soli sono gli sfidanti, Matteo Salvini e Gianni Fava, Assessore all'Agricoltura della Lombardia. Entrambi hanno superato il minimo di 1000 firme per ottenere la candidatura. Salvini ne ha collezionato 6862, Fava 1055. Difficile non azzeccare il vincitore del duello. Comunque la nomina del nuovo leader sarà ratificata dal consiglio federale, la cui riunione è prevista per il prossimo 21 maggio presso la fiera di Parma. Salvini avverte. se non otterrò una maggioranza netta, superiore possibilmente al 60% tornerò a fare il militante.

RENZI: VITTORIA PIENA AL CONGRESSO

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Renzi non si arrende alla macroscopica e penosa disfatta al referendum e invece di uscire di scena e darsi a ... un altro impiego, torna all'attacco al potere, iniziando con la segreteria del partito PD, a cui fa il filo insieme a Orlando ed Emiliano. E i risultati delle votazioni dei circoli, avvenuta ieri, gli hanno dato ragione, sono state per la maggior parte a favore dell'ex premier, che ha toccato il 68% di share (soprattutto a Firenze e nelle zone rosse per eccellenza). Molti stentano a crederlo, finanche lo stesso Renzi che definisce questo risultato"impressionante", mentre per noi ad essere impressionante è il suo morboso attaccamento alle poltrone istituzionali e di partito, ma ciò che ci appare pittoresco è il popolo di sinistra che vota Renzi, una personalità che ha mostrato a tutti ampiamente i propri limiti e carenze, anche in fatto di carisma e capacità politiche, insomma questo voto rimane una di quelle stranezze che rende il nostro paese così variopinto e imprevedibile. Comunque sotto sotto a tutto c'è una spiegazione e l'esito delle votazioni potrebbe essere inficiato dal fatto che l'affluenza alle urne è stata modesta e anche al fatto che i vertici Pd hanno sostenuto oltremodo e la candidatura dell'ex sindaco di Firenze. Dite la vostra su noting.it

IL PD AL LINGOTTO- RIFLESSIONI

Scritto da Redazione. Inserito in ATTUALITA'

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

CONTRIBUTO DI LANA WEBER

 

Ieri ha chiuso i battenti la tanto attesa convention del Pd al Lingotto di Torino, luogo scelto non a caso, è stato lì infatti che dieci anni fa prendeva il largo questo nuovo movimento politico che adesso,  dopo le bastonate patite sotto il governo Renzi, ha bisogno di rifarsi il trucco, di ripartire.   Per l'occasione era presente mezzo governo, da Padoan a Madia e Pinotti, e tanti altri. Anche il Ministro Martina, in corsa anche lui per la presidenza del partito, ha voluto dire la sua, affermando, tra l’altro, che l’unico modo per battere la destra è proprio il PD, che per la sua “remise en forme” deve tornare a sintonizzarsi con i problemi del paese e degli italiani. Ma scusate, un esponente di partito non dovrebbe, a mio modesto avviso, sdoganare termini sportivi, tipo “battere”, in contesti dove la collaborazione per il bene comune dovrebbe essere l’unico obiettivo.  In buona sostanza un tale intervento rivela che quello che sta più a cuore a certi soggetti politici non è il bene del paese, ma governare, occupare gli scranni delle aule parlamentari. Renzi, dopo tre mesi di "mea culpa" a seguito della memorabile sconfitta al referendum costituzionale, si è ricandidato quale leader del centro sinistra, ripensandoci in merito ad un suo eventuale abbandono, preferendo i palchi ai falchi che volevano invece la sua definitiva uscita di scena. Come diceva Andreotti “il potere logora chi non ce l’ha” e Renzi sembra proprio ormai soffrire senza la poltrona. L’astinenza dalla stanza dei bottoni è evidente e non gioca a suo favore, il ragazzone imbronciato non sembra a nostro avviso avere colto il problema “suo” e della sinistra e, forse, dell’intera classe politica che ci governa ormai da decenni. Ad esempio, giusto per sollecitare qualche intervento di voi lettori, il modo di porsi, di comunicare col pubblico che è intriso di scarsa (o nessuna) empatia, poca serietà nel modo di affrontare i problemi, nessuna disponibilità ad accettare le conseguenze dei propri errori. Ego, arroganza e presunzione la fanno da padroni.  Voi Cosa ne pensate? dite la vostra su noting

Caro Utente, questo è un sito web riservato a chiunque voglia condividere ed esprimere il proprio punto di vista su qualsiasi argomento attraverso contenuti, pareri e riflessioni nel pieno rispetto e tolleranza dell'altrui razza, cultura, condizione, opinione, dignità e religione.

 
Copyright © 2015 ASSO.N.A.M. | c.f. 97542050154

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità. Leggi l'informativa.