Scrivi il tuo articolo

noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
templates/noting/noting/images/passioni.png
noting bottone scrivi

Passioni italiane

Motori, cucina, moda, sport, artigianato. Tante sono le passioni italiane che ci rendono unici ed apprezzati in tutto il mondo. Dai allora il tuo contributo, scrivi ciò che ti piace e perché. Parlarne significa valorizzare il nostro patrimonio e la nostra creatività!

IL MIO AUTUNNO ITALIANO

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

La stagione autunnale è iniziata.

Cadono le foglie, fa buio prima, ma il fresco ci fa sentire più vivi e attivi e con tanta voglia di fare progetti e vivere esperienze uniche e indimenticabili, vero?

Talvolta basta uno sguardo, un sorriso, una chiacchierata per rendere

ogni giorno "memorabile".

E allora cosa aspetti? condividi, se vuoi, con noi questa stagione, racconta 

le tue scoperte ed intuizioni, il mondo che vuoi condividere.

Invia le tue foto e impressioni di vita vera, quotidiana, "normale".

Scrivi le tue impressioni, sfoghi o ciò che vuoi e invia il tuo contributo, e/o le

tue foto proprio qui, al nostro sito. 


Ti aspettiamo!!

MOSTRA KEN SCOTT “A TUTTO COLORE!”

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Dal 21 aprile al 10 giugno 2018 in mostra al Museo del Bijou di Casalmaggiore saranno esposte 300 creazioni dello stilista americano George Kenneth Scott, che ci traghetteranno nel suo mondo fantasioso e ricco di colori magici e inebrianti. La rassegna è la prima inedita mostra realizzata in collaborazione con la fondazione Ken Scott di Milano ed è curata da Bianca Cappello, storica e critica del Gioiello, e Samuele Magri, storico dell’Arte e della Moda.

Ken Scott nato in America nel 1919, si trasferì presto in Francia dove il suo talento di disegnatore di tessuti iniziò ad emergere, tanto da ricevere apprezzamenti anche da Christian Dior. Dal 1955 è a Milano, città da lui tanto amata e in cui con Vittorio Fiorazzo fonda l’azienda Falconetto, produttrice di tessuti per l’arredamento dai colori forti. Negli anni 60 e 70 inizia a creare linee di moda caratterizzate dai fiori e dai colori, che hanno stregato anche star del cinema del calibro di Audrey Hepburn. Gli abbinamenti “magici” e i colori sgargianti ma preziosi gli fruttarono diversi attributi come il “Maestro dei Fiori Stampati” e il “Giardiniere della Moda”. Dagli abiti ai gioielli il passo è breve. Un artista come lui non poteva, infatti, non vedere nei monili un'altra opportunità per rappresentare il suo genio creativo. E così iniziò anche a creare gioielli per i suoi abiti, gioielli grandi e coloratissimi che potessero completare e perfezionare la sua moda ricca di stampe audaci e divertenti. All’inizio si appoggiò ai più grandi nomi della bigiotteria italiana degli anni sessanta e settanta tra cui l’azienda milanese Coppola E Toppo, la designer contessa romana Luciana De Reutern e la maestra fiorentina dei bijoux in acrilico e resina Angela Caputi. Insomma una mostra da vedere.

Informazioni generali:

Indirizzo: Via Porzio 9, Casalmaggiore (CR) – nel centro storico, a pochi passi dalla centrale Piazza Garibaldi
Orario: da martedì a sabato: 10.00-12.00 / 15.00 – 18.00; domenica e festivi: 15.00- 19.00.

Ingresso: intero € 3,00; ridotto € 2,50. Gratuito per le scolaresche, i possessori dell’Abbonamento Musei Lombardia e, per tutti, la prima domenica del mese.

Informazioni e prenotazioni:  375 284424 (Ufficio Cultura del Comune)

NEGOZIO DI MONILI A MILANO

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Se cerchi un antico laboratorio dove perderti tra luccichii e monili esposti in ogni dove, non puoi non fare una puntatina a Milano in Corso di Porta Ticinese, 69. Lì troverai un negozietto di due locali con due vetrine che davvero non può lasciarti indifferente, una volta dentro è fatta, rimarrai sedotta e conquistata da gioielli moderni, antichi e artigianali hand made in argento, oro e materiali meno pregiati. La scelta è vastissima, uno dei due locali, ad esempio, è dedicato ad articoli di valore provenienti dall'oriente e dal nord Africa. Si tratta di pezzi unici realizzati per lo più a mano, usando tecniche diverse e arricchiti dall'applicazione di smalti o pietre dure che donano colore e personalità all’articolo. Sono manufatti ricchi di storia, emozioni, passioni e culture diverse: alcuni sono il prodotto addirittura di tribù nomadi, che attraverso la lavorazione di questi oggetti comunicano i loro usi e costumi, dalle decorazioni alle fogge tipiche più o meno ricercate.  Ma quello che più sorprende nel campionario esposto in questo laboratorio è l’abilità umana nel trasformare i materiali di cui sono fatti questi prodotti in capolavori di inaudita meraviglia. Insomma, ce n'è per tutti i gusti davvero, solo che per essere sicuri di avere fatto un'ottima scelta, prima di acquistare, consiglio una carrellata più approfondita della merce proposta, perché può capitare che tanta beltà tutta insieme mandi in confusione, e si finisca per comprare il primo oggetto che colpisce, invece, guardando meglio in giro è facile cambiare idea e innamorarsi follemente di un articolo, magari nascosto, non facilmente visibile. Vi accoglieranno due splendide e dolcissime donne, madre e figlia, che gesticono con passione e professionalità questo conturbante negozietto, provvisto anche di angolo riparazioni per eventuali modifiche e che ti concederanno al bisogno, oltre a consigli ed attenzione anche un gradito sconto.

 

PRIME DAY AMAZON

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

La giornata di super sconti e offerte Amazon è quasi alle porte, la data è stata infatti fissata per il prossimo 16 luglio, dalle 12,00 alle 24,00 del giorno dopo.

Rispetto allo scorso anno, le ore dedicate allo shopping scontatissimo saranno quindi di più, non solo 24 ma ben 36, si avranno quindi 6 ore extra per pensarci bene, o, dal punto di vista di Jeff Bezos, per fatturare di più.

Oltre ai clienti italiani, il Prime Day scatterà anche per quelli di Stati Uniti, Regno Unito, Spagna, Messico, Giappone, India, Germania, Francia, Cina, Canada, Belgio, Austria. Quest’anno anche per Australia (dove Prime è appena partito), Singapore, Paesi Bassi e Lussemburgo.

Per non perdersi nelle offerte e/o comprare prodotti che non servono e alla fine spendere una fortuna, è bene partire con una lista di oggetti utili che occorrono e limitarsi a cercare solo quelli, ma prima bisogna diventare abbonato Prime, servizio gratuito per il primo mese, e che poi costa € 36,00 l’anno e da diritto a spedizioni illimitate e senza costi aggiuntivi in un solo giorno su oltre due milioni di prodotti, e di spedizioni in 2 o 3 giorni su un catalogo ancora più vasto.

CANDY CRUSH SAGA. IL GIOCO CHE CREA DIPENDENZA

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti


Ci avete mai giocato? è il popolare videogioco della King scaricanìbile gratuitamente dal web per smartphone e pc, che ogni due settimane propone nuove sfide e livelli per i fanatici delle scoppiettanti gelatine. Il gioco è progettato per condizionare il giocatore fin dal prima partita, se perde, appare la logorante scritta "hai fallito" che lo spinge inevitabilmente a cimentarsi ancora ed ancora alla ricerca della ambita vittoria che, una volta raggiunta, è accompagnata da musichette, paroline e scritte appaganti che lo rassicurano sul suo intrinseco valore. Il problema è che la vittoria è dovuta per lo più non ad abilità personali ma ad una mera combinazione casuale delle diaboliche caramelle, oppure all'acquisto di "booster" che ti spianeranno la strada verso la vittoria e allo stesso tempo faranno arricchire gli ideatori del perfido gioco. A quanto pare però i candycrushaddict sono tanti, troppi e in continuo aumento.Think Gaming, che si occupa di analizzare i videogiochi, stima che gli autori di Candy Crush Saga guadagnino circa 875,382 dollari al giorno. Un sondaggio condotto da Ask Your Target Market su un campione di 1.000 giocatori ha scoperto che il 32% di loro ha ignorato amici e famiglia per dedicarsi al popolare videogioco, il 28% ha giocato durante l’orario lavorativo e il 30% ha ammesso di esserne completamente dipendente. La notizia è stata riportata dalla rivista Time. Raccontateci la vostra esperienza.

RIVOLUZIONE NELLA MODA: MODELLE OVER ANTA

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

 

Secondo voi le modelle ed i modelli devono essere necessariamente giovani? se ne siete convinti vi avvisiamo che questo stereotipo potrebbe avere i giorni contati. A Londra ha infatti aperto la Grey Models, un'agenzia di modelle/i "over anta" che sta riscuotendo enorme successo tra le case di moda e gli addetti ai lavori. La fondatrice è Rebecca Valentine, secondo la quale il mondo sta cambiando e con esso il concetto e la percezione stessa della bellezza. Le modelle "mature", che Valentine seleziona non solo in base all’aspetto, ma anche perché devono possedere una forte autostima, rendono l'alta moda più ricca di emozioni e sensazioni. Infatti, oltre al vestito puro e semplice, che, diciamocelo, la stragrande maggioranza delle  giovanissime mannequin indossano in modo anonimo e distaccato, una modella/o over è più probabile che lo interpreti, aggiungendo emozioni di vita vera vissuta, rendendo quel capo unico e desiderabile, anche per la nutrita schiera di consumatori attempati, che poi sono sempre più numerosi in considerazione dell’aumentata aspettativa di vita. Insomma, la scelta di modelli “vissuti” potrebbe rivelarsi una operazione strategico-commerciale di tutto rispetto anche se in Italia e in Francia, leader mondiali indiscussi nel settore moda, è ancora prematuro ipotizzare la scelta di modelle/i "vintage" durante le sfilate, opportunità di fatto snobbata dagli stilisti nostrani e d’oltralpe. Ma gli aspetti positivi dei modelli "over" non si fermano qui, le donne e gli uomini stagionati, sulla scia di una moda più a loro misura, potrebbero curare di più il loro aspetto regalandoci degli anziani/nonni sempre più belli e al passo coi tempi, senza per questo essere tacciati di scimmiottare i giovani. Siete d'accordo?

Noting su Facebook

Articoli più letti

Login