Scrivi il tuo articolo

noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
noting bottone scrivi
noting bottone scrivi

MILANO FASHION WEEK 2018 : LA SETTIMANA DELLA MODA

Scritto da Redazione.

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti
ScarsoOttimo 

MILANO MODA DONNA – 20/26 FEBBRAIO  

Si è concluso qualche giorno fa la Fashion Week milanese, l’evento più prestigioso del settore organizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana. Le tendenze emerse per il prossimo autunno-inverno da un lato segnano un ritorno al passato con le spalle ampie anni ’80, abiti lunghi quasi a sfiorare il pavimento, volumi ampi e importanti, uso di frange, l’altra tendenza è invece il futuro, si è cercato di innovare e colpire attraverso l’uso di colori eccentrici, tulle usati come involucri per abiti gonfi e ingombranti, stole imbottite da annodare al collo, animalier, vernice e stivali texani. Ecco il parere della nostra noter Stella Garbino: “Resta un po’ l’amaro in bocca in chi ha assistito alle passerelle, perché, a mio avviso, molti abiti indossati dalle modelle erano troppo sfarzosi e colorati, chiassosi e invadenti, ricchi di paillettes, colori fluo, capi tecnici, capi maschili e femminili intercambiabili, motivi etnici e tribali, forme asimmetriche, come dire: guardami e basta, senza scelta o opzioni. Questi outfits sono un colpo d’occhio, che lascia sconcertati, una macchia, o per meglio dire, macchie di colore improvvise, che turbano, disturbano, scioccano e strappano un sorriso piuttosto che ammirazione.  Occorre abituarsi a questa nuova moda a questo nuovo modo di vedere e concepire la bellezza degli abiti femminili, che vuole dare un taglio con il passato e innovare, ad ogni costo, verso qualsiasi direzione anche quelle obiettivamente strampalate e ridicole. Molte donne, non nostalgiche ma amanti del bello, tra cui modestamente io, non si riconoscono in questi look sgargianti e appariscenti, che spazzano via il fascino della seduzione. Una moda che dimostra che ormai si è arrivati alla frutta, si vuole solo stupire, colpire, far parlare di sé, anche se male, basta che si parli, le donne sono divenute della cavie estetiche a cui appioppare dei vestiti più adatti ad una sfilata di carnevale che a un aperitivo o un evento mondano. Le donne dovrebbero armarsi di coraggio per indossare questi drappi, spesso senza forma e senza senso, Ecco manca il senso, il gusto, la semplicità.” Dite la vostra su www.noting.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commentando si accetta la Privacy Policy

Articoli più letti

Login