Errore
  • JFile: :read: Impossibile aprire file:
templates/noting/noting/images/arte.png
noting bottone scrivi

Arte e Cultura

L’arte e la cultura riescono a elevare l’animo umano in mondi di inaudita bellezza. Ecco dove celebrarla.

DECRETO PER GENOVA OGGI AL QUIRINALE

Scritto da edoardo buffa. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Dopo quasi un mese e mezzo dal crollo del ponte Morandi sul torrente Polcevera, diventato da allora tristemente famoso, la macchina della ricostruzione sta per partire, e Autostrade "non metterà una pietra" assicura Di Maio.

Da un lato ci sono gli sfollati che vogliono una casa e la chiedono con priorità, dall’altra c'è il traffico in tilt, per la mancanza di quell’arteria autostradale che collegava Genova con il resto del mondo. Il decreto per Genova, che dovrebbe essere arrivato oggi sul tavolo del presidente della Repubblica, sono entrate entrambe le emergenze, dare una casa a chi l’ha persa e ridare con rapidità a Genova il suo ponte, simbolo di rinascita e di ripresa. 

Anche le coperture finanziarie per far fronte alle spese sono state trovate, dice Di Maio a Radio Capital. Una nota della presidenza del Consiglio a tal proposito ha precisato "Gli interventi in conto capitale sono integralmente finanziati per il 2018 e, in parte, per gli anni successivi. Per la parte residua, sarà data copertura nella prossima legge di bilancio, che sarà presentata al Parlamento il 20 ottobre", contro chi ha criticato il lento decorso del decreto,  tra cui il governatore della Liguria Toti,  la nota aggiunge "nessun ritardo per l'avvio delle misure di sostegno contenute nel decreto, tant'è che dal Mef hanno appena confermato di avere terminato le valutazioni di propria competenza e che il decreto legge sta per essere inviato al Quirinale".

Nel decreto la commissione ispettiva del Mit, che ha compiuto tutti i rilievi sul crollo, ha accertato che la responsabilità di quanto accaduto è di Autostrade spa che non ha eseguito la valutazione di sicurezza del viadotto ed in particolare “delle parti orizzontali di esso che palesavano deficit strutturali”, infatti le misure adottate per la prevenzione erano inappropriate e insufficienti ai sensi delle norme tecniche vigenti, che imponevano invece un provvedimento di messa in sicurezza e l’immediato ripristino del ponte, per di più non è stata adottata alcuna misura precauzionale a tutela della utenza”.

PISA: LA MOSTRA DI CERAMICHE PIU' GRANDE MAI VISTA

Scritto da Redazione. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

 

L’Italia, si sa, è ricca di storia e di bellezze architettoniche. Tutto lo stivale narra di un passato glorioso, di magnificenza e di splendore.

E proprio per questo tante sono state le epoche storiche in cui il nostro paese è stato meta di letterati e artisti di ogni nazionalità che qui giungevano in cerca di ispirazione e per “respirare” cultura.

Meraviglie realizzate dall’uomo, come castelli, palazzi signorili, chiese, sculture, affreschi etc, e meraviglie naturali, frutto di una natura che dà il meglio di sé in un tripudio di bellezze: il mare, le scogliere, le montagne, i vulcani.

E il bello chi poteva se lo portava anche in tavola, dai servizi da preparare all’ora del tè a quelli del pranzo o della cena. In questi momenti propiziatori di benessere e relax nelle case più lussuose non potevano mancare le ceramiche di pregio, dai colori vividi e dalle forme sontuose che conciliavano e perfezionavano l’atto del bere o mangiare.

Le mode hanno poi decretato diversi stili e concezioni provenienti da un passato ricco di spunti come quello fornito dai popoli etruschi che hanno realizzato oggetti dal fascino ipnotico e avvolgente, anche da lì si è partiti per arrivare a collezioni uniche in mostra dal 5 maggio al 5 novembre a Pisa, in 4 sedi espositive (San Michele degli Scalzi, Palazzo Blu, Camera di Commercio e museo di San Matteo).

La mostra, dove sono esposti oltre 500 pezzi, è stata organizzata dalla Società Storica Pisana allo scopo di portare il visitatore in giro per i secoli, ripercorrendo l’arte manifatturiera ed artistica di questa città toscana, terra di ceramica dal primo medioevo al xx secolo, anche attraverso percorsi cittadini personalizzabili dove andare a vedere quello che più stuzzica la curiosità tra una serie di opzioni possibili scaricabili anche da smartphone.

RADIOFREQUENZA: SCOPERTO UN USO CHE PUO’ SALVARE LA VITA

Scritto da Redazione. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

I recenti episodi di morti improvvise per fibrillazione ventricolare di giovani sportivi, costantemente monitorati eppure sfuggiti all’individuazione di anomalie elettriche cardiache, hanno focalizzato l’attenzione di molti ricercatori su ciò che può scatenare effetti letali su persone apparentemente sane. Ebbene a Milano, uno studio dell'Irccs Policlinico San Donato, pubblicato oggi sulla rivista Journal of the American College of Cardiology, per la prima volta descrive il meccanismo che porta alcune cellule elettricamente anomale, disposte sul ventricolo in modo concentrico e circondate da tessuto sano, a innescare, a seguito di eventi particolari, come sforzo eccessivo, febbre, pasti pesanti, una reazione improvvisa che determina l’arresto del muscolo cardiaco, questa anomalia è stata battezzata con il nome di "sindrome di Brugada". Queste cellule anomale non sono individuabili con gli screening praticati abitualmente, ma con un software da loro brevettato capace appunto di mappare tali aree e, con delle sonde che emanano onde di radiofrequenza di breve durata, riportare quelle cellule a un corretto funzionamento elettrico. Questa nuova tecnologia, ideata e realizzata esclusivamente in Italia, sarà messa a disposizione nei prossimi mesi a tutti i medici specialisti per estendere la cura a tutti i pazienti.

 

E!STATE LIBERI - PROPOSTE 2018

Scritto da Redazione. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Aperte le iscrizioni per partecipare ai campi estivi organizzati da Libera, l’associazione contro le mafie che ogni anno porta, giovani e meno giovani, nei terreni confiscati alle mafie per una vacanza di una settimana all’insegna dell’impegno, della riflessione ma anche dello scambio interculturale. I terreni visitati, un tempo feudi e roccaforti di boss e organizzazioni malavitose, teatro di incontri segretissimi in cui si decidevano stragi e uccisioni o dove avvenivano crimini efferati, adesso sono terre bonificate dalle attività criminali e utilizzati per fini umanitari da cooperative sociali e associazioni. Da Gioia Tauro in Calabria, terra della famiglia Piromalli, a Corleone in Sicilia nei territori un tempo di Brusca e Riina, così come in Puglia, nelle tenute appartenenti alla famiglia Screti o in Campania nelle zone dominio del clan dei Casalesi, per poi arrivare sino al nord in Lombardia e Piemonte dove agiva e imperava anche la Ndrangheta. Insomma una esperienza formativa e di arricchimento culturale che prevede l’affiancamento di personale opportunamente preparato, nonché incontri con i familiari delle vittime della mafia, con rappresentanti delle istituzioni e giornalisti che racconteranno e spiegheranno il fenomeno malavitoso, le cause e le possibile soluzioni. Per maggiori informazioni: www.libera.it; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Tel. 06/69770347-35-45-42

 

MORTO L’ASTROFISICO STEPHEN HAWKING

Scritto da Redazione. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

 

Lo scienziato della “teoria del tutto”, dei buchi neri e dell’universo che si espande è morto questa mattina all’età di 76 anni nella sua casa di Cambridge. Bambino svogliato e poco incline agli studi, il suo primo libro lo lesse all’età di 8 anni, cambiò radicalmente quando scoprì di avere contratto, all’età di 13 anni, l’atrofia muscolare progressiva, una malattia invalidante che lo avrebbe portato all’immobilità. Così inizio a studiare cercando di recuperare il tempo perduto e all’età di 20 anni si laureò. Negli anni ottanta a causa di una grave forma di polmonite subì una tracheotomia che gli tolse anche la facoltà di parlare, per comunicare doveva utilizzare un sintetizzatore vocale. Nonostante tutte queste disabilità fisiche Hawking era ottimista e divertente e, a parte la malattia, si considerava fortunato. Tra i tanti libri scrisse nel 1988 “Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo”, un successo planetario con oltre nove milioni di copie vendute. Tra le sue teorie ricordiamo quella dell’autodistruzione della specie, e di ogni civiltà sulla terra,  e della necessità per l’uomo, quindi, di trovare nello spazio un altro pianeta da colonizzare. Ma quella che lo ha consacrato cosmologo di fama internazionale è la teoria sulle radiazioni emesse dai buchi neri che ne determinano l’evaporazione secondo le leggi della meccanica quantistica. Hawking pensava che religione e scienza fossero due cose distinte e separate e che se un Dio esiste non ha creato l’universo che invece risponde a leggi scientifiche ben precise ed individuabili con il ragionamento e l’osservazione.

GUINEA BISSAU – BIMBA DISABILE SALVATA DA UNA ORRIBILE SORTE

Scritto da Redazione. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

 

 

Una bimba con gravi malformazioni agli arti nata in un villaggio della Guinea Bissau secondo i capi della tribù doveva essere abbandonata nella foresta alla mercé di fiere ed animali perché inadatta alla vita. La madre offrendosi di accompagnarla per darle l’estremo saluto, l’ha invece affidata alle cure di una suora di un villaggio vicino. La bimba è cresciuta lì per nove anni imparando a camminare con le mani, fino a quando è stata notata dal suo attuale tutore, Matteo Rizzo, un volontario dell’associazione “Gli amici delle missioni” di Acireale (CT), che si trovavano in quella zona per fini umanitari. Con una raccolta fondi avviata in Sicilia, Matteo è riuscito a far operare la bimba a Valencia, dove ha subito un primo intervento che le ha consentito di camminare con le stampelle. Ma Matteo non contento di questo primo risultato, ha incontrato un ortopedico di Enna, Rosario Gagliano, direttore tecnico del dicembre Centro ortopedico Ro.Ga, che ha deciso di regalare alla bimba protesi di ultima generazione che impiantate in Nhimadé, questo il nome della bimba, le hanno dato la possibilità di camminare, ballare e giocare come gli altri bambini sani. L’ultimo passo adesso è la riabilitazione, ma servono i soldi per portarla spesso a Enna per le frequenti cure di cui necessita, così “Gli amici delle missioni di Acireale” stanno promuovendo una raccolta fondi con la vendita di calendari raffiguranti atleti e personaggi “diversamente abili” che conducono una vita normale e felice, come l’atleta paralimpica Giusy Versace.   Per info 095 763 2131

ANASTACIA: RIPARTO DA ME

Scritto da Redazione. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

La cantante Anastacia, dopo la terribile battaglia contro il cancro al seno che l'ha colpita per ben due volte, come ha raccontato in occasione di un suo intervento a scopo benefico tenutosi a Monza il sette ottobre scorso nello splendido scenario della villa di Monza, ritorna alla musica più forte che mai per testimoniare il suo amore per la vita, con tanta voglia di regalare emozioni ai suoi tantissimi fan in tutto il mondo. La cantante quarantanovenne dalla voce soul/funky/rock ha detto in un'intervista rilasciata in questi giorni a Milano di sentirsi molto più forte e più saggia di prima, perchè oltre alla malattia ha dovuto sconfiggere anche la paura che blocca la vita e azzera la gioia. Sulla situazione politica del suo paese ha preso le distanza da Trump che ha definito una "barzelletta" e un motivo di forte imbarazzo. Nella sua nuova tournee  in programma nel 2018, l'"evolution tour", in calendario anche diverse tappe italiane, tutte al centro-nord, come Brescia, Roma, Bologna e Milano. 

MARIA ANGIOLILLO

Scritto da Rebecca Pulvirenti. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

signora segreti
Contributo di Rebecca Pulvirenti


Chi ha mai sentito parlare di Maria Angiolillo, al secolo Maria Girani? è stata una famosa modella del dopoguerra, nata il 9 dicembre del 1921 a Torrazza Coste in provincia di Pavia e morta a Roma il 13 ottobre 2009. Fu una donna molto intelligente e scaltra che riuscì ad uscire dall'anonimato sposando Renato Angiolillo, senatore del partito liberale e fondatore del quotidiano "Il Tempo". Suo marito, del quale adottò il cognome, la introdusse nel mondo dell'alta società dove la Angiolillo si sentì subito a proprio agio, talmente tanto che ben presto trasformò il suo salotto di Roma, in Piazza di Spagna, in un punto di ritrovo di politici della prima e della seconda repubblica, di esponenti della finanza e del mondo economico, ma anche di noti personaggi del mondo dello spettacolo e del giornalismo. Durante queste riunioni, si narra, venivano discussi problemi nazionali e internazionali e in certi casi si svolgevano vere e proprie convention politiche, tanto che il "villino Giulia", dove risiedeva l'Angiolillo, veniva chiamato "la quarta camera", insomma un luogo di potere a tutti gli effetti. Per farla conoscere al grande pubblico Bruno Vespa insieme a Candida Morvillo hanno deciso di raccontare la sua storia nel libro “La signora dei segreti” Ed. Rizzoli. Da leggere.

Cyber macho 2.0: Forse era meglio prima

Scritto da Redazione. Inserito in Tecnologia, scienza e ambiente

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

 

Contributo di Adele Stella


Un'indagine sul "cyber maschio 2.0", presentata dalla Società Italiana di Andrologia (S.I.A.), in occasione del suo 41° Congresso Nazionale tenutosi a fine maggio, ha rivelato che l'uomo oggi è sempre più insicuro rispetto al passato, in particolare nei confronti delle donne, tanto da non riuscire più a fare "il primo passo". Perso nelle relazioni virtuali più che reali, è tendenzialmente egoista e alle prime defaillance sessuali è pronto a chiudere i battenti, invece di ricorrere ad un consulto con uno specialista. Un quadro allarmante che spiega, tra l'altro, il vertiginoso aumento del fenomeno delle coppie bianche, per saperne di più www.andrologiaitaliana.it. Ma il problema del cyber maschio 2.0 non investe solo la sfera sessuale, anche quella prettamente sentimentale risulta infatti coinvolta. Oggi gli uomini hanno a che fare con donne più risolute del passato, ambiziose nel lavoro e che non si realizzano solo più con la famiglia e con i figli. E questo sembra mandare in crisi l'uomo, da sempre abituato ad essere lui il capofamiglia, proteso per la carriera. Spesso allora le problematiche nel rapporto di coppia, si complicano, perchè frutto della combinazione di più fattori che, se non armonizzati in tempo, possono sfociare anche in atti violenti, come ad esempio i femminicidi a cui assistiamo sempre più frequentemente nella società odierna. Per aiutare meglio l'uomo di oggi e prevenirne possibili crisi, la società italiana di andrologia (SIA) ha ideato la certificazione andrologica denominata "bollino blu", di cui si fregieranno gli andrologi che avranno svolto un percorso di aggiornamento professionale ad hoc in cui acquisire tutte le competenze utili per affrontare le sfide del nuovo millennio. In pratica oltre ad individuare eventuali disfunzioni organiche del paziente gli andrologi del futuro dovranno anche essere in grado di captare problemi di stress, disagio,  prendendo coscienza di ciò che non va nelle varie età del paziente fornendogli via via le risposte risolutive più opportune ed esaustive.

Noting su Facebook

Articoli più letti

Login