UNA PROMESSA DEL RUGBY MUORE PER AVER MANGIATO UNA LUMACA

Scritto da Redazione. Inserito in ARTE E CULTURA

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti
ScarsoOttimo 

Tutto ha avuto inizio per gioco, dopo un pomeriggio con gli amici, prima di salutarsi e tornare ognuno a casa propria, Sam Ballard, un ragazzo australiano di 19 anni promessa del rugby, viene sfidato dagli amici a mangiare una lumaca, lui per lasciare a tutti un ricordo indelebile di quella giornata goliardica, accetta, ne raccoglie una dal giardino e la mette in bocca, quindi volontariamente la deglutisce.

Dopo qualche giorno il giovane incomincia a sentire forti dolori alle gambe e perde conoscenza, si risveglia, dopo 420 giorni di coma, paralizzato in ospedale, con crisi epilettiche dovute alla malattia.

La diagnosi è terribile la chiocciola ingerita era affetta da un parassita solitamente presente negli escrementi dei topi, con cui il mollusco era verosimilmente venuto in contatto.

Questo parassita nell’organismo di Sam aveva attaccato il cervello procurandogli la meningite eosinofila, una patologia che non dà scampo.

Un vero e proprio incubo che Sam però decide di affrontare fiducioso, così si sottopone a terapie e riabilitazioni dai costi esorbitanti, costi che la famiglia riesce a far fronte grazie al sostegno di amici e conoscenti.

Nonostante le cure, le condizioni di Sam sono peggiorate sino a quando lo scorso 6 novembre, dopo 8 anni di calvario, e dopo aver rivolto l’ultimo messaggio “ti voglio bene” alla mamma, che gli è stata sempre accanto, è spirato all’età di 29 anni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commentando si accetta la Privacy Policy

Noting su Facebook

Articoli più letti

Login