templates/noting/noting/images/paese.png
noting bottone scrivi

Il nostro paese, curiosità ed eventi

Bellezza e/o degrado? meraviglia o abbandono? sicuramente entrambi perchè l'Italia è un paese con infinite bellezze architettoniche, difficili da gestire, da mantenere, ma forse manca anche il senso civico e l'orgoglio di noi italiani di fare parte di un paese ricco più di chiunque altro al mondo di beni storici di incalcolabile valore e con una storia gloriosa che vorrebbe avere qualunque altra nazione. Ecco lo spazio dedicato a chi ama l’Italia e vuole testimaniarlo attraverso foto, idee, pareri.

A TUTTA BI… BIOTEC

Scritto da francesco patelli. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Dal 24 al 30 settembre parte la sesta edizione mondiale di “Biotek week” un’occasione per celebrare l’importanza delle biotecnologie nella vita quotidiana. La ricorrenza sarà costellata da tanti appuntamenti, incontri e iniziative organizzati in quattro continenti e 16 paesi europei, tra cui l’Italia, che quest’anno si distingue tra tutti per dare maggiore risalto alla biotec week con oltre 100 eventi pensati per avvicinare più gente possibile a questo settore che vanta solo nel nostro paese oltre 570 imprese attive nel campo della salute, agricoltura, zootecnia, industria e ambiente che nel complesso hanno un fatturato che sfiora i 12 miliardi di €uro.

Ad organizzare l’evento è Assobiotec, l’associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie, il cui presidente Riccardo Palmisano ha precisato che l’obiettivo di questa manifestazione “è quella di far conoscere, e fare sperimentare in prima persona a chi parteciperà, le innumerevoli applicazioni e straordinarie opportunità che le biotecnologie offrono al miglioramento della vita di tutti, un settore ad alto tasso di innovazione, estremamente vitale e potenzialmente strategico per la crescita economica futura del Paese”.

L’evento potrà contare sulla partnership fattiva di musei, istituzioni, scuole, teatri, fondazioni e associazioni che saranno la location per tanti incontri, come la quarta edizione del Technology Forum Life Sciences, che si svolgerà il 26 settembre presso la Regione Lombardia con l’obiettivo di fornire un contributo che arricchisca il dibattito sulle biotecnologie, in cui avanzare proposte concrete per lo sviluppo delle scienze della vita in Italia grazie anche alla creazione di un ecosistema dell’innovazione.

Per capire l’importanza della BIOTECNOLOGIE ecco quali sono le possibili applicazioni pratiche per comprenderne bene il peso ed il valore che hanno acquisito nella nostra società:

1.      1. batteri e funghi restauratori messi a punto dalle biotecnologie rimuovono detriti dalle opere d’arte senza danneggiarle;

2.    2.  Grazie all’ingegneria genetica è possibile produrre enzimi contenuti nel caglio indispensabili per la fermentazione del latte e quindi per la produzione del formaggio, le biotecnologie hanno anche individuato l’enzima “invertasi” che dà la consistenza cremosa di molti cioccolatini o l’enzima “laccasi” che permette di far scolorire i jeans denim, il “catalasi” invece rimuove l’agente sbiancate, processi che rendono i tessuti più morbidi e permettono di ridurre il consumo di energia perché attivi alle basse temperature;

3.     3. La bonifica ambientale utilizza microorganismi in grado di biodegradare e detossificare le più diffuse sostanze inquinanti, tra cui petrolio e metalli pesanti.

4.      4. L’ingegneria tissutale permette la rigenerazione o sostituzione del tessuto danneggiato da traumi fisici.

5.      5. Le piante di cotone geneticamente modificate sono in grado di produrre autonomamente la tossina BT, letale per i parassiti ma innocua per l’uomo

6.     6. Il biocemento è capace di riparare le lesioni provocate da eventi catastrofici grazie a batteri muratori modificati geneticamente.

assobiotec.federchimica.it

SETTIMANA DELLA MODA A MILANO 18/24 SETTEMBRE

Scritto da francesco patelli. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

 

Dopo Londra, Milano, come impone l’ordine alfabetico e come stabilito dalla Camera Nazionale della moda italiana, lo stile pret-à-porter sbarca nella metropoli lombarda dal 18 al 24 settembre, con un’infinità di modelli e modelle che hanno invaso la città, con i loro fisici mozzafiato, così perfetti da far venire voglia di fare dieta e abolire le calorie, ma anche di iscriversi subito alla prima palestra che capita sotto tiro.

Ad organizzare l’evento, come di consueto, è la Camera Nazionale della Moda italiana, che alla Triennale di Milano proporrà le collezioni della prossima stagione "calda" firmate dai più noti stilisti in 60 sfilate frutto della creatività e fantasia degli artisti del taglia e cuci, ma ci sarà anche posto per i nuovi arrivati, sarte e sarti che ambiscono diventare grandi firme in uno dei settori più competitivi del mercato internazionale.

Insomma va in scena in questi giorni uno degli eventi più attesi da chi la moda la segue e la ama che quest'anno oltre alla moda offre tante ricorrenze da festeggiare, come i 90 anni di Luisa Spagnoli, i 60 di Le Copains o i 65 di Casa Missoni.  

Ma, non solo, quest'anno saranno tante le iniziative interessanti e coinvolgenti, come la sfilata di Emporio Armani a Linate, o il Moncleur Genius Building, progetto che prenderà vita in via Orobia a Milano, o ancora la mostra fotografica di Sarah Moon al Silos di Armani, la presentazione della nuova collezione Swarovski disegnata da Anna dello Russo, le creazioni della stilista Bianca Balti che invece si è cimentata nella moda per le future mamme, la maternity collection, per non parlare della presenza di Spike Lee, special guest nella sfilata di Prada.

Se aspettate però di ammirare oltre agli abiti anche chi li indossa,  ovvero supermodelle sfilare in passerella, vi preannuncio che dovrete accontentarvi della inespressive e sinceramente bruttine, almeno in viso, Gigi e Bella Hadid, o la scialba figlia di Cindy Crawford che seppur sono in questo periodo le più gettonate, strapagate e celebratissime, hanno ben poco a che vedere con le manquien degli anni 80 e 90, dalla stessa Cyndy Crawford, che oggi si riconosce appena per i molteplici ritocchi, a Naomi Campbell o Linda Evangelista, volti unici e particolari che aggiungevano dettagli al vestito di turno rendendolo ancor più desiderabile e decisamente irresistibile, creando un mito, una leggenda. Siete d‘accordo?

E' possibile seguire le sfilate in streaming su www.milanomodadonna.it o #MFW su instagram o twitter.

MISS ITALIA 2018

Scritto da Redazione. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

La settantanovesima edizione di Miss Italia è ormai alle porte. Questa sera andrà in onda in diretta in prima serata alle 21.10 su LA7.

La conduzione del programma, presentato per anni dal compianto Fabrizio Frizzi, deceduto il marzo scorso, è affidata a Diletta Leotta e Francesco Facchinetti.

Presidenti della giuria: Tullio Solenghi e Massimo Lopez, membri giudicanti: Alessandro Borghese, Pupo. Maria Grazia Cicinotta, Andrea Scanzi e Filippo Magnini.

Tra le novità di questa edizione, l'abolizione della categoria curvy, che secondo la direzione alimentava sgradevoli discriminazioni, e una fascia intitolata a Fabrizio Frizzi, inoltre tra le 33 finaliste in gara ci sarà per la prima volta anche una ragazza con una protesi alla gamba sinistra.

Per farsi un'idea delle 33 finaliste: http://www.missitalia.it/miss365/finaliste.php

 

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI VENEZIA

Scritto da Redazione. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

La75ma mostra internazionale d’arte cinematografica, organizzata dalla Biennale di Venezia, in corso al Lido di Venezia dal 29 agosto all’8 settembre, è uno degli eventi di fine estate più seguiti e apprezzati dagli addetti ai lavori, e non solo, perchè rappresenta una vetrina perfetta per le produzioni americane in uscita prima dell'Oscar, e per la copiosa presenza di attori famosi. A decretare il vincitore nelle 4 categorie: Concorso, Fuori concorso, Orizzonti e Sconfini,  sarà la giuria presieduta dal regista messicano Guillermo del Toro che dovrà valutare i 21 film in gara, di cui 4 italiani. A condurre la serata finale, come quella inaugurale, sarà l’attore Michele Riondino, al termine della quale conosceremo la pellicola vincitrice della kermesse.

Oltre alla tradizionale passerella dei divi del grande schermo, che ha tenuto banco il giorno di apertura insieme alla cerimonia di consegna dei Leoni d'oro alla carriera  a Vanessa Redgrave e David Cronenberg, sono stati proiettati film di spicco tra cui “A star is born”, una commedia romantica interpretata da Lady Gaga con la regia dell’esordiente Bradley Cooper,  un remake del celebre classico Hollywoodiano uscito nel 1937. I due divi, molto sorridenti e affiatati, si sono resi protagonisti di un fuori programma presentandosi a sorpresa nella sala gremita, dove si stava per mandare in onda il loro film per il pubblico, riscuotendo l’appezzamento degli spettatori.

Molto ammirata anche Emma Stone in gara con il film “La Favorita” del regista greco Yorgos Lanthimos, ispirato alle rivalità tra cortigiane al tempo della regina Anna d’Inghilterra. 

Ryan Gosling invece ha presentato First man, in cui interpreta Neil Armstrong, il primo uomo che posò il piede sulla luna. 

Sabato è stato invece trasmesso Suspiria del regista nostrano Luca Guadagnino con Tilda Swinton e Dakota Johnson remake del famoso film del 1977 di Dario Argento, le due attrici si sono fatte fotografare in laguna a bordo di un motoscafo per la gioia dei fan.

 

Sul red carpet ha fatto irruzione anche il regista Luciano Silighini Garagnani  che si è reso protagonista di un gesto irriverente nei confronti delle tante vittime di molestie sessuali, sfoggiando una maglietta con scritto "Weinstein is innocent", e attirando inevitabilmente l'attenzione dei media internazionali che hanno diffuso subito l'immagine in tutto il mondo. Il protagonista del gesto poco edificante non ha rilasciato spiegazioni, di certo questo episodio ha sollevato una annosa questione, quella dei pochi film in concorso diretti da donne, la proporzione quest'anno è di 1 solo film su 21. Anche Guillermo del Toro ha sottolineato il problema augurandosi un rapido cambio di rotta.

Domenica è stata la volta del secondo film italiano in concorso “Sulla mia pelle” tratto dalla veria storia di Stefano Cucchi, massacrato nel 2009 durante un periodo di custodia cautelare, interpretato da Alessandro Borghi. 

Originale anche il western con Jake Gyllenhaal “The sisters brothers”.

Oggi lunedì è stato trasmesso "At eternity's gate" di Julian Schnabel sugli ultimi giorni del pittore Vincent Van Gogh con William Dafoe, mentre questa sera alle 22.00 luci sul film "Dragged across concrete" di S. Craig Zahler con Vince Vaughn e Mel Gibson.

 

CINEMADAYS 2018

Scritto da Redazione. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

Per chi ama il cinema e vorrebbe andarci più spesso, c’è una buona notizia: riparte l’iniziativa Cinemadays promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo in collaborazione con Anica (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali) che prevede l’ingresso scontato a € 3,00 in tutti i cinema italiani aderenti in tre diversi periodi dell’anno: dal 9 al 12 aprile 2018dal 9 al 15 luglio 2018dal 24 al 27 settembre 2018. Inoltre dal 9 al 15 agosto sarà possibile andare al cinema ed assistere a tutte le anteprime della nuova stagione cinematografica grazie proprio a cinemadays#. Quest’idea che ha già avuto grande successo negli anni precedenti è stata pensata per destagionalizzare le uscite cinematografiche in sala e attirare più pubblico anche nei mesi estivi. Francesco Rutelli, presidente di Arnica, Dario Franceschini ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo e Andrea Occhipinti, presidente della sezione distributori di Anica cinema, plaudono all’iniziativa che sperano, promuova un cinema sempre più di qualità e spinga sempre più giovani e famiglie ad andare al cinema anche in periodi dell’anno dove l’afflusso è meno intenso. Info su: cinemadays.beniculturali.it/

 


GIORNATE #FAI 2018

Scritto da Redazione. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

 

Il 24 e il 25 marzo tornano le giornate di primavera organizzate dal Fondo Ambiente Italiano, la fondazione senza fini di lucro nata nel 1975 che si occupa di preservare, restaurare e far conoscere il nostro patrimonio artistico e culturale. Durante queste due giornate sarà possibile visitare gratuitamente beni storici, artistici o naturalistici solitamente chiusi o inaccessibili al grande pubblico, il cui elenco diviso per regione è reperibile al link https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-di-primavera/. Castelli, dimore, giardini, borghi incantevoli, biblioteche, grotte, ville e siti poco conosciuti apriranno le loro porte più segrete per rivelare i loro tesori, le loro inedite bellezze, le loro rarità e preziosità. Si potranno scoprire luoghi curiosi e originali, come antiche fabbriche o botteghe artigiane, dove poter riscoprire i mestieri di una volta, assistere a tecniche di tessitura o di pittura che appartengono alla nostra cultura e che occorre custodire e tutelare. Proprio per questo la Fondazione Fai ha aperto dal 13 marzo al 1° aprile una raccolta fondi con lo scopo di finanziare il progetto “Insieme cambiamo l'Italia”, è possibile donare 5€ o 10€, chiamando da una linea fissa TIM il numero 45592 o donare 2€, inviando un SMS solidale al numero 45592 da tutti i telefonini personali di rete mobile TIM (sono esclusi i clienti corporate e le utenze aziendali non abilitati). 

CULT BIJOUX A MILANO

Scritto da Redazione. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti

CONTRIBUTO DI LANA WEBER

Vicino al Tribunale di Milano c'era un negozietto,"Mago Merlino", con un'ampia vetrina dalla quale si potevano ammirare monili di diverse fogge e provenienza, taluni adagiati su stoffe preziose, altri riposti in vetrinette d'epoca che ne sottolineavano il maggior pregio e fattura. L'ingresso era invece angusto, per entrare occorreva oltrepassare una piccola strettoia piena di altri oggetti appesi in ogni dove, alcuni dei quali tintinnavano dolcemente al passaggio dei clienti. Era gestito da due donne, a volte erano tre, di una certa età, insomma non giovanissime, ma estremamente gentili e preparate. Sapevano spiegarti la provenienza e le caratteristiche legate ad ogni articolo esposto con dovizia di particolari. Era un luogo magico. E lì si trovava di tutto: mobili antichi, lampadari, abbigliamento etnico e vintage, gioielli in oro e in argento e altri metalli meno pregiati. Il locale al suo interno era pieno di stimoli visivi: teche di vario tipo si alternavano ad arazzi e tavoli antichi con sopra calici o stoffe preziose di seta, il tutto mixato in modo tale da creare fascino e magia.  La luce filtrava al suo interno attraverso la grande vetrata che più che illuminare creava ambientazioni da sogno propri di certi  negozi antichi, ricchi di storia e di segreti. Io amavo passare da li e perdermi in quei colori e essenze di paesi lontani che lì trovavano il loro legame, la loro profonda correlazione. Gli oggetti presenti erano frutto mirabile dell'amore per l'arte e per la bellezza, articoli che mostravano e comunicavano una creatività e fantasia incredibile. Tutto ti parlava, ti narrava la propria storia, le proprie origini. Avresti comprato tutto o quasi.  Questo negozietto ha chiuso da tre anni circa, sparito nel nulla, al suo posto c'è un bar cinese. Che tristezza.


 

VITERBO NON DIFENDE GLI ETRUSCHI

Scritto da Rebecca Pulvirenti. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 1 voti

acquarossa viterbo

Contributo di Gianfranco Rocca
Buongiorno, vorrei approfittare di questo portale per denunciare lo stato di abbandono di uno dei siti archeologici più interessanti e ancora da scoprire e valorizzare presente nel territorio italiano: il sito dell'Acquarossa di Viterbo. La zona è stata abitata dagli etruschi tra il settimo e il quinto secolo avanti Cristo, quindi non si tratta di una necropoli. Per poter accedere al sito occorre percorrere una stradina di campagna non ben tracciata, tra sterpi e spazzatura, che poi sfocia in una discesa di scalini irregolari e terribilmente scivolosi, perchè bagnati dall'acqua che scorre nel dirupo sottostante. I più temerari possono scendere sino in fondo e ammirare le suggestive cascate di acqua rossa (il colore si deve alla sorgente di acqua ferruginosa che le alimenta). Da lì si può intravvedere qualche mura degli antichi edifici quadrangolari etruschi, che, secondo quanto riportato dal sito http://www.acquarossa.org dovrebbero contenere decorazioni dipinte e a rilievo. Ma non è posssibile accedervi in alcun modo, ovvero non vi è alcuna indicazione di dove andare, se non un malconcio cartello che mando in foto. Invece, purtroppo, quello che è possibile vedere è la spazzatura abbandonata in ogni dove, senza rispetto. Ciò mi ha fatto davvero inorridire, non è accettabile che questo patrimonio storico diventi una orribile discarica a cielo aperto. Spero che presto le autorità competenti intervengano e pongano fine a questo scempio di cultura, recuperando la zona per i turisti e i cultori dell'epoca etrusca.

Noting su Facebook

Articoli più letti

Login