A TUTTA BI… BIOTEC

Scritto da francesco patelli. Inserito in IL NOSTRO PAESE, CURIOSITA' ED EVENTI

Valutazione attuale dell'articolo:  / 0 voti
ScarsoOttimo 

Dal 24 al 30 settembre parte la sesta edizione mondiale di “Biotek week” un’occasione per celebrare l’importanza delle biotecnologie nella vita quotidiana. La ricorrenza sarà costellata da tanti appuntamenti, incontri e iniziative organizzati in quattro continenti e 16 paesi europei, tra cui l’Italia, che quest’anno si distingue tra tutti per dare maggiore risalto alla biotec week con oltre 100 eventi pensati per avvicinare più gente possibile a questo settore che vanta solo nel nostro paese oltre 570 imprese attive nel campo della salute, agricoltura, zootecnia, industria e ambiente che nel complesso hanno un fatturato che sfiora i 12 miliardi di €uro.

Ad organizzare l’evento è Assobiotec, l’associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie, il cui presidente Riccardo Palmisano ha precisato che l’obiettivo di questa manifestazione “è quella di far conoscere, e fare sperimentare in prima persona a chi parteciperà, le innumerevoli applicazioni e straordinarie opportunità che le biotecnologie offrono al miglioramento della vita di tutti, un settore ad alto tasso di innovazione, estremamente vitale e potenzialmente strategico per la crescita economica futura del Paese”.

L’evento potrà contare sulla partnership fattiva di musei, istituzioni, scuole, teatri, fondazioni e associazioni che saranno la location per tanti incontri, come la quarta edizione del Technology Forum Life Sciences, che si svolgerà il 26 settembre presso la Regione Lombardia con l’obiettivo di fornire un contributo che arricchisca il dibattito sulle biotecnologie, in cui avanzare proposte concrete per lo sviluppo delle scienze della vita in Italia grazie anche alla creazione di un ecosistema dell’innovazione.

Per capire l’importanza della BIOTECNOLOGIE ecco quali sono le possibili applicazioni pratiche per comprenderne bene il peso ed il valore che hanno acquisito nella nostra società:

1.      1. batteri e funghi restauratori messi a punto dalle biotecnologie rimuovono detriti dalle opere d’arte senza danneggiarle;

2.    2.  Grazie all’ingegneria genetica è possibile produrre enzimi contenuti nel caglio indispensabili per la fermentazione del latte e quindi per la produzione del formaggio, le biotecnologie hanno anche individuato l’enzima “invertasi” che dà la consistenza cremosa di molti cioccolatini o l’enzima “laccasi” che permette di far scolorire i jeans denim, il “catalasi” invece rimuove l’agente sbiancate, processi che rendono i tessuti più morbidi e permettono di ridurre il consumo di energia perché attivi alle basse temperature;

3.     3. La bonifica ambientale utilizza microorganismi in grado di biodegradare e detossificare le più diffuse sostanze inquinanti, tra cui petrolio e metalli pesanti.

4.      4. L’ingegneria tissutale permette la rigenerazione o sostituzione del tessuto danneggiato da traumi fisici.

5.      5. Le piante di cotone geneticamente modificate sono in grado di produrre autonomamente la tossina BT, letale per i parassiti ma innocua per l’uomo

6.     6. Il biocemento è capace di riparare le lesioni provocate da eventi catastrofici grazie a batteri muratori modificati geneticamente.

assobiotec.federchimica.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commentando si accetta la Privacy Policy

Noting su Facebook

Articoli più letti

Login